mercoledì 14 ottobre 2009

sul ponte sventola bandiera bianca

eccoci.
allora.
ieri sera sono stata alla mia prima mostra d'arte da ventisei anni a questa parte.
ci sono andata con F.S. che gentilmente mi ha mezza invitata all'inaugurazione.

appuntamento 18.30 in piazza Missori.
per la prima volta in vita mia arrivo puntuale, e lui che fa?
arriva con un quarto d'ora di ritardo.
io odio aspettare.

prendiamo il 15 e arriviamo a palazzo Reale.
c'è una coda improponibile, con in fila ad attendere gente altrettanto improponibile.
abbiamo però un invito che ci fa superare tutta la fila e riusciamo ad entrare velocemente.



la mostra è di Edward Hopper e devo ammettere che di lui, come di tutti gli altri, non so nulla!

entriamo e mi colpisce subito una frase di Hopper che fa più o meno così: "se riuscissi a spiegarlo con le parole, non avrei bisogno di dipingere"

ci inoltriamo nel labirinto della mostra cercando di riuscire a vedere qualcosa, e sebbene non so come siano le altre, di mostre, questa mi sembra si riesca a girare abbastanza bene.

Hopper è un po' fissato con scale, donne nude e ponti.
i quadri con le scale mi piacciono molto, hanno dei colori pazzeschi, suggestivi.
per il resto... boh, non lo so, non sopporto molto la gente da mostre d'arte.
tutti vestiti precisini manco dovessero andare alla Scala, tutti a parlottare, a gesticolare.
per carità, forse tra loro c'è davvero qualcuno che se ne intende.
sicuramente se ne intende Saturnino, che è comparso all'improvviso, più spaesato che mai.
chi mi fa impazzire in queste situazioni sono le donne sui quarantacinque anni, con tantissimi capelli bianchi, che fa molto 'critica d'arte', e vestite tipo pippi calzelunghe.

tant'è.

la mostra, a detta di F.S., non è stata un granché e giuro che mi piacerebbe tantissimo sapere cosa significhi, ma anche se me lo spiega ("è stata veloce, c'era poca roba' etc.), non ci arrivo lo stesso.
devo ancora capire, se mi piacciono le mostre o meno.
di certo mi piacciono quelle fotografiche, ma anche lì, mai vista una.

fuori fa un freddo boia, tira vento e ho fame.
io e F.S. passeggiamo per una via Torino mezza deserta, affamati, sia di vetrine che di cibo.
succede di carino che decido di portalo a mangiare la piadina in un posto buonissimo.
mi dice la stessa cosa, e infatti parliamo dello stesso posto.
salmone caprino e fette di limone: mi sogno questa piadina anche di notte ogni tanto, ed ora che sono lì non vedo l'ora di mangiarla.
finita. l'hanno finita!

mangiamo e beviamo qualche birra, poi facciamo due passi alla scoperta di un meraviglioso parcheggio dove non bisogna pagare e dove non ci sono orari.
finalmente, grazie al prezioso consiglio di F.S., ho trovato un posto vicino alla redazione dove poter mettere la macchina e non essere a rischio di multa.

(poi, ci fosse anche posto dove metterla, la macchina, non sarebbe male. stamani infatti ho girato quaranta minuti, e l'ho rimessa in sosta vietata come ieri. grazie F.S.!!!)

lo accompagno a casa.
facciamo due chiacchere.
devo dire che mi sono divertita.
non che avessi dubbi a riguardo, ma non ci ero mai uscita e non avevo idea di come e cosa potessimo parlare per una serata intera.
e invece mi è piaciuto: mi ha fatto sorridere, ridere, mi ha mostrato un nuovo parcheggio, mi ha portata alla mia prima mostra d'arte, mi ha preso in giro il giusto per i miei piccolissimi e adorabili diffetti... insomma, bravo.

e io?
io, a detta sua, sono efficiente e confusionaria.
che secondo me una cosa annulla l'altra... ma forse sono davvero così.

faccio un po' l'offesa e lo saluto augurandogli buonanotte.

ah, una cosa: è parecchio fidanzato.
non c'è stato nulla, ma un po' mi piace (mocassini e la poca stima verso elvis costello a parte...).
cioè, non è che mi piace proprio, ma mi piacerebbe vedere se potrebbe piacermi o no, senza menate, senza pensieri, senza problemi, senza pretendere nulla.
vorrei una situazione facile, per una volta tanto.
e allora, visto che la situazione facile non esiste, lascio perdere e mi faccio con i colleghi una partita a SPQR Risiko che mi sono appena comprata...


d.


p.s. ma secondo voi, pochi e fedeli lettori, oltre al Nasello esistono altri animali che iniziano con N?

3 commenti:

  1. porca miseria è vero!!!
    grazie

    RispondiElimina
  2. figurati!
    ah, anche nibbio, è un uccello
    M. uff stampa

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...