giovedì 26 maggio 2011

those useless trees

ieri sono andata in erboristeria, luogo a me un po' ostile.
quando sono entrata, quando mi sono chiusa la metropoli alle spalle di una grande porta di legno, tutto mi è sembrato cambiare.
tutto è diventato silenzioso, profumato, al sapore di confetto, di buono, di liquirizia.
i suoni si sono annullati, la calma ha preso parte integrante dei miei pensieri e per un attimo il mondo è sembrato sparire.
la commessa, una donna sui cinquanta, mi ha raggiunto al banco dal retro bottega.
le dico che ho un problema, ho il metabolismo che brucia molto, faccio tre lavori, corro sempre avanti e indietro, macino chilometri a piedi tutti i giorni, sudo - specie quando non sto con i. -, spesso salto il pranzo perché in pausa mi muovo tra l'ufficio stampa e la redazione e quando posso mangiare ormai la fame mi è passata. le dico anche che senza mangiare poi mi sento fiacca e con questo caldo, ora di sera, non ho nemmeno le forze di cenare. mi piacerebbe molto farmi da mangiare da casa, un piatto di pasta, che ne sò, una frittata, ma dormo in tre posti diversi durante la settimana, casa mia, casa di I., croce bianca quando torno a Melzo a fare i turni… insomma, non riesco ad organizzarmi.
le svelo un po' intimidita che non è che vorrei proprio ingrassare, ma per lo meno non vorrei più dimagrire. perché se non mangio per un giorno intero, oltre ad essere un cadavere, io sono anche capace di perdere mezzo chilo. e mica me lo posso permettere.

la signora mi guarda parlare, dolce e decisa, e mentre le racconto tutto quanto lei cerca di qua e di là qualcosa. qualcosa che non trova ma che alla fine le spunta fuori. è un flacone e mi dice che devo prendere il contenuto una volta al giorno, al mattino, magari. dice che non mi farà ingrassare, ovviamente, ma che perlomeno mi farà trattenere le energie senza disperderle troppo.
mi da anche una bella confezione di sali minerali, che è quello che ho sempre cercato di comprare, ma il mio medico si ostinava a darmi quel cazzo di supradyn.
me lo ricordo ancora, era il 2007:
"dottore buon giorno, non sto bene, sono piena di infiammazioni, dolori, dormo poco, mangio ancora meno, ho problemi di concentrazione, piango per niente, mi è tornata la colite spastica, spesso mi fa male la testa…."
"be', daniela, qui siamo quasi all'esaurimento nervoso. da quanto tempo non ti fai una vacanza?"
"un anno dottore, un anno"
"bene, allora prenditi qualche giorno e vai al mare"
"e se uno non ci può andare, al mare?"
"be', allora ti prescrivo il supradyn…"

eccerto, come ho fatto a non pensarci.
vuoi andare in versilia o alle cinque terre per il fine settimana ma non puoi? calati una confezione di suprady e chiudi gli occhi, sarà come stare a mollo nell'acqua del mediterraneo!

va be', l'erboristeria è stata una manna dal cielo. la tizia mi ha regalato anche delle bustine di magnesio quando le ho detto che i minerali mi avrebbero fatto bene anche per i crampi.
"scusa, hai anche i crampi?"
"sì, spesso. ai polpacci e… alle dita dei piedi. roba che mi devo fermare mentre guido a stirarmi le dita…"
"mhhhh. dovresti prenderti cura di te. intanto ti do queste bustine di magnesio".

evviva!!!!!!
esco dal mondo magico dell'erboristeria e già mi ritrovo nel bordello di corso san gottardo. mi avvio al pub, mi siedo e mi rigiro tra le mani i miei prodotti salutari.
leggo bene le indicazioni che sono scritte sul flacone: prendere un misurino una volta al giorno seguendo oltre a una costante attività fisica, anche una sana alimentazione.

grazie al cazzo. ma secondo te, se io avessi una costante attività fisica e una sana alimentazione, avrei bisogno di spendere cinquanta euro in erboristeria e di sentirmi dire 'prenditi cura di te'?!?!

il problema in ogni caso non si pone, visto che quando abbiamo raggiunto i ragazzi al maga furla in bicocca ho dimenticato il sacchetto al pub.
vorrà dire che la dieta all'ingrasso la inizierò domani.

tsè

3 commenti:

  1. Devi fermarti. non importa come, non importa gli impegni, i lavori, non importa nulla. Conti solo tu. Fermati qualche giorno e dedicati a te stessa, magari posso consigliarti anche dove.

    RispondiElimina
  2. mi sono fermata 4 gg con i. a imperia... per metà vacanzina ho avuto trentotto di febbre, vedi tu :-)

    RispondiElimina
  3. non può andare sempre storta. resto dispo a suggerirti un posto dove ci si rilassa di brutto.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...