martedì 28 giugno 2011

but it was just a paper bag

no perché... volete saperla tutta?
insieme alla portiera del passeggero mi si sono accortacciati anche i cd.
quelli che avevo salvato dalla cera delle candele.
ma una cosa dalla cera delle candele non si è salvata: il foglio della costatazione amichevole.
una volta finito di compilare il foglio, io e il simpatico proprietario della matiz ci siamo accorti che era tutto unto di cera e quindi poco predisposto a tenere la copia carbone di quello che avevamo scritto sotto il sole del mezzogiorno per mezz'ora.




allora mi infilo in auto, dal finestrino (perché ovviamente la portiera del passeggero non si apriva più) e tiro la borsa, un bellissimo secchiello a trapezio vintage di pelle/nappa blu scuro con cuciture a contrasto di enrico coveri di mia madre.
me l'aveva data stamani accompagnano il gesto a questa frase: 'così a londra vai con una borsa nuova'. (!!!)

comunque mentre la tiravo fuori dall'auto mi sono rimasti in mano i manici, della borsa.
'fanculo pure coveri.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...